L'anno 2018 è stato testimone di un aumento vertiginoso degli attacchi informatici volti a rubare dati, documenti, identità ed informazioni riservate a società di qualsiasi settore merceologico e di qualsiasi Paese. La media dei databreach si è assestata intorno ai 100 mensili, contro gli 80 mensili dell'anno scorso.

Vediamo di seguito quali sono stati i più rilevanti sia in termini di target che di dimensione del "bottino".

Aadhaar: ente governativo indiano - rubati e venduti i dati personali e le identità di oltre un miliardo di cittadini.

Marriot: catena di hotel americana - rubati i dati personali e finanziari di 327 milioni di clienti.

Exactis: società di marketing americana - esposti pubblicamente i dati personali di 340 milioni di persone.

Under Armour: fitness company - sottratti i dati di 150 milioni di persone utilizzatori della piattaforma di fitness MyFitnessPal.

Quora: social network americano - rubati i dati personali e le credenziali di 100 milioni di utenti.

My Heritage: sito web israeliano di geneaologia - rubate le credenziali di 92 milioni di clienti.

Facebook: violazione dei dati personali e politici di 87 milioni di persone attraverso lo scandalo Cambridge Analytica.

USPS: agenzia postale americana - rilevata vulnerabilità che dava accesso ai dati personali e riservati di 60 milioni di clienti.

Newegg: web retailer americano - rubate le credenziali e i dati finanziari di 50 milioni di clienti attraverso l'iniezione di un codice malevolo nel sito web.

Panera Bread: catena alimentare americana - furto dei dati personali e finanziari di 37 milioni di clienti.

Ticketfly: sito web americano di rivendita biglietti bloccato per un intero weekend. Hanno deciso di non pagare il riscatto, i criminali hanno sottratto i dati di 27 milioni fra clienti e dipendenti.

British Airways: compagnia aerea inglese - rubati i dati personali e finanziari relativi a 380.000 transazioni.

Sacramento Bee: quotidiano californiano - sottratto database contenente i dati personali di oltre 50.000 elettori e abbonati.

Pumpup: piattaforma canadese di coaching e fitness - rubate informazioni personali, sanitarie, finanziarie e foto di 6 milioni di clienti.

Saks, Lord & Taylor: retailer del fashion americano - trovate in vendita nel mercato nero le informazioni finanziarie di 5 milioni di clienti.

Si stima che durante il 2018 siano stati rubate informazioni relative a oltre un miliardo di persone. Non male come mercato!